Restiamo vicini

Vicini per quanto si può e come si può, ovvero in modo virtuale con colleghi amici e conoscenti e fisicamente con la famiglia con la quale si condivide la casa.

Non l'avremmo mai pensato né immaginato. Ed è questa stata forse la causa dell'inerzia con la quale siamo entrati nella modalità "emergenza".

Tutti o comunque molti, pensavano che fosse un'esagerazione. Un nemico invisibile è certamente il più difficile da combattere. Complice una comunicazione spesso volubile e portatrice di indicazioni poco chiare, un popolo come il nostro, refrattario al rispetto delle regole, ha faticato (e ancora resiste) ad uniformarsi a quanto ci veniva prospettato come via d'uscita.

Detto questo ora siamo in casa, tutti. I bambini o ragazzi a casa da scuola e legati al loro mondo attraverso le chat e i compiti assegnati per via digitale. E i genitori che cercano di lavorare collegati al proprio computer.


Quante volte abbiamo pensato : " se avessi un momento di calma per poter stare a casa farei...." Forse è questo il momento? Sappiamo aprofittarne?

Viviamo il momento. Il valore delle esperienze è in quello che ne faremo. Cosa possiamo imparare?

I ragazzi seguono i compiti e la scuola dalle diverse piattaforme dedicate. Impariamo per esempio che non sono così autonomi come avremmo pensato. Comprendiamo meglio quanto e come siano in grado di pianificare i loro impegni (poco?) senza il controllo formale degli insegnanti.

Sanno gestire la noia inevitabile dalla mancanza di socialità che anche al tempo dei social, scopriamo essere necessario per il nostro benessere?

Come possiamo dare il buon esempio?


Lascio con alcune domande alle quali tutti possiamo provare a dare risposta.


0 visualizzazioni

FMY coaching  e Foodmily sono marchi di  essepi consulenza sas di Paola Serri & c - via Panfilo Castaldi,8 20124 Milano mob. +393313735743